Modifiche versioni precedenti

Modifiche introdotte con versione 1.0.1.170

Opzioni
È stata aggiunta la casella Visualizzare comunque le note nelle griglie dati AUI; vistandola, nella griglia dell'archivio unico informatico vengono visualizzate le note specificate, per i vari dati, nell'archivio provvisorio.

Selezionando la casella Abilitare l'aggiunta di titolari effettivi senza indicazione del cliente è possibile aggiungere più titolari effettivi per un cliente, senza ripetere il nome di quest'ultimo. Da notare che in tal modo la prestazione nell'archivio unico informatico risulta normale e non multipla.

L'elenco dei titolari effettivi specificati per una prestazione possono essere riportati nella griglia dell'archivio unico informatico, vistando la casella Visualizzare i titolari effettivi nella griglia delle prestazioni AUI.

 

Modifiche introdotte con versione 1.0.1.165

Opzioni
Sono state introdotte nuove funzionalità e comportamenti, in buona parte regolabili nella finestra delle opzioni richiamabile da Strumenti – Opzioni:

È stato aggiunto il campo "Proposta per mezzi di pagamento", dove si può indicare il mezzo di pagamento da proporre quando si inserisce una prestazione. Lasciando vuoto il campo, il programma continua a non proporre il mezzo di pagamento.

Nei campi “Gestire numerazione prestazioni” e “Gestire numerazione soggetti”, si può decidere se prevedere la numerazione dei relativi dati. Si può specificare anche il nome che deve avere il campo, visualizzato nelle varie finestre, dove viene riportato il numero.

Con la casella “Gestire documenti per soggetti e prestazioni” si può abilitare la funzione di memorizzare, per ogni soggetto e/o prestazione, dei documenti di terzi (ad esempio copia elettronica del documento di identificazione) e/o documenti creati dall’interno del programma con la specifica funzione.

È stata aggiunta la casella "abilitare l'aggiunta di nuove prestazioni base"; se essa non viene vistata, non è possibile aggiungere dati nella finestra Archivi base-Prestazioni base.

Vistando la casella "Gestire la data instaurazione" si può inserire anche la data di instaurazione del rapporto professionale.

Vistando la casella “Protocollare le modifiche ai dati”, appare nella griglia una nuova colonna, che riporta l'utente che ha inserito o modificato il dato. Per sfruttare in modo corretto questa funzione i singoli utenti devono accedere con il proprio nome al programma (vedi Archivi base – Utenti, Strumenti – Cambio utente).

Se si vista la casella “Aggiungere provincia o stato estero al comune di nascita”, in caso di inserimento di un soggetto nato in Italia viene aggiunto, tra parentesi, quando il soggetto viene salvato nell'archivio unico informatico, la provincia di appartenenza o, nel caso che il soggetto sia nato all’estero, lo stato di nascita.

Se non si seleziona la casella “Salvare nelle tabelle AUI le note identificative e delle prestazioni”, si possono variare liberamente le note dei soggetti e delle prestazioni, anche se i dati sono già inseriti nell'archivio unico informatico. In questo caso le note non vengono trascritte nella tabella AUI.

Vistando la casella “Tutti i dati devono essere inseriti prima come provvisori” si evita l'inserimento da subito di dati nell'archivio unico informatico.

Togliendo il visto dalla casella “In fase d'inserimento proporre le date identificazione e instaurazione”, inserendo nuovi soggetti e nuove prestazioni queste due date devono essere compilate manualmente.


Archivio unico informatico e archivio provvisorio
Tra le voci presenti nel “Riquadro di spostamento”, per quanto riguarda sia i soggetti che le prestazioni ora appare anche la voce "identificazione semplificata". Selezionandola, nella griglia vengono elencati i dati relativi a soggetti dove è stata vistata la casella “Identificazione semplificata”.

Nell'archivio unico informatico, posizionandosi sulle prestazioni, i dati nella griglia appaiono ora in ordine decrescente. L’ordine può essere variato facendo clic sul titolo della colonna interessata; un ulteriore clic sulla stessa colonna inverte l’ordinamento.

Nell'archivio provvisorio, quando nella griglia vengono elencate le prestazioni, in alto appare anche il “Pulsante Salvare tutti i dati provvisori visibili nell'archivio unico informatico”, che permette di trasferire tutte le prestazioni a video con una sola operazione nell'archivio definitivo.


Prestazioni
Per gli operatori rientranti nel Decreto 141 ora opzionalmente può essere gestita la data dell'instaurazione della prestazione (vedi Impostazioni delle opzioni).

Nel campo “Note aggiuntive” si può usare anche il tasto "Invio" per andare a capo di una nuova riga. La nota è ora anche richiamabile premendo la icona a destra del campo stesso, oltre al doppio clic sul campo medesimo.

In corrispondenza dei campi dove si imputa il cliente, la persona identificata e il titolare effettivo, nell'elenco il nome dei nominativi può apparire in rosso, se i dati sono incompleti, o in corsivo, se è stata vistata la casella “Identificazione semplificata”.

Ora non viene proposta la persona identificata, se come cliente è stato richiamato un soggetto dove risulta vistata la casella “Identificazione semplificata”.

È stato aggiunto il campo "Mezzi di pagamento", dove si può annotare il modo in cui è stata regolarizzata la prestazione. Il programma rende obbligatorio l'inserimento di questo dato per le prestazioni effettuate dal 01.01.2008 in poi da coloro che rientrano nel Decreto 143.

Se è stata vistata la casella “Gestire documenti per soggetti e prestazioni” delle opzioni, sono visibili il “Pulsante Nuovo doc.” ed il “Pulsante Documenti”. Il primo permette di creare un documento specifico per l'attuale prestazione, partendo da un modello predefinito (ad esempio, mandato del cliente), viene sfruttato Word 2000 o superiore. Il secondo pulsante permette di visualizzare i documenti creati con la funzione precedente e memorizzare dei documenti di terzi (ad esempio, copia elettronica del documento di identificazione).

Per cancellare una prestazione già salvata nell’archivio AUI si deve prima premere il pulsante "Modifica"; solo dopo compare il pulsante "Cancella".


Soggetti
In fase di inserimento di un soggetto di tipo società è possibile vistare la casella “Identificazione semplificata”; in questo modo, inserendo una prestazione per questo soggetto, non è obbligatorio indicare la persona identificata.

Nel campo “Note identificative” si può usare anche il tasto "Invio" per andare a capo di una nuova riga. La nota è ora anche richiamabile premendo la icona a destra del campo stesso, oltre al doppio clic sul campo medesimo.

Per cancellare un soggetto già salvato nell’archivio AUI si deve prima premere il pulsante "Modifica"; solo dopo compare il pulsante "Cancella".
 

Archivi base
Se si inserisce un dato con un nome identico ad uno già esistente, il programma visualizza un messaggio e il dato inserito non può essere salvato; questo non vale per i comuni ed i professionisti/collaboratori, dove viene, previo avviso, comunque accettato l'inserimento.
 

Documenti e modelli documenti
Se in Strumenti-Opzioni è vistata la casella "gestire documenti per soggetti e prestazioni", è possibile creare nuovi “Modelli documenti”, da sfruttare per la creazione di documenti per i soggetti e le prestazioni (vedi il “Pulsante_Nuovo_doc.”). I documenti redatti possono essere poi richiamati tramite il “Pulsante Documenti”. In un futuro aggiornamento verranno forniti modelli documenti standard.


Prestazioni base
Se l'archivio è stato creato per operatori rientranti nel Decreto 143, appare il campo "Causale", attivo solo per dati inseriti dall'utente; tramite esso si possono creare prestazioni base con descrizioni diverse, ma con la stessa causale prevista dalla normativa.

Professionisti/Collaboratori
È stato aggiunto il campo "Note", alla destra del quale appare un pulsante che permette un inserimento più agevole del testo.


Controllo dati obbligatori soggetti/prestazioni
Nel menu Strumenti è stata aggiunta la voce “Controllo dati obbligatori soggetti/prestazioni”, accessibile solo agli utenti con ruoli di amministratore o standard. La procedura permette di controllare i dati (soggetti o prestazioni) sia provvisori che definitivi e visualizza quelli che risultano non coerenti. Questa funzione risulta particolarmente utile quando si importano dati da procedure esterne.


Tabelle
Nella tabella dell'archivio unico informatico che riguarda i soggetti (AUI_SOGGETTO) è stato aggiunto il campo IDENT_NOTA di tipo Text, che riporta le note dell'identificazione del soggetto.

 

Modifiche introdotte con versione 1.0.1.131

Archivio unico informatico
Tra le voci presenti nel “Riquadro di spostamento”, per quanto riguarda le prestazioni ora appare anche la voce "collegate". Selezionandola, nella griglia vengono elencate le prestazioni connesse tra loro (vedi il “Pulsante Nuova prestazione collegata”).

 

Modifiche introdotte con versione 1.0.1.130

Il programma è stato adeguato a quanto previsto dal Decreto legislativo
nr. 231 del 21.11.2007. Le novità qui indicate riguardano sia le nuove disposizioni che altre modifiche, effettuate per migliorare il software.

Archivio unico informatico
Posizionati su una prestazione, in alto appare il Pulsante Nuova prestazione collegata, che permette di associare a quella prestazione un'altra

Prestazioni
È stato aggiunto il campo "Titolare", dove si indica la persona fisica che, in ultima istanza, possiede o controlla il cliente nonché la persona fisica per conto della quale è realizzata l'operazione o l’attività.
Se nelle opzioni (vedi sotto) è stato specificato di gestire i documenti, appare un relativo pulsante, che permette di accedere ad una cartella che può contenere i documenti per quella prestazione.
Se è stato specificato nelle opzioni di gestire la numerazione delle prestazioni, è presente anche il campo "N° prop".

Nella gestione delle prestazioni "multiple" e "frazionate", nel momento in cui si preme il pulsante "Aggiungi" o il pulsante "Proprietà" ora appare una finestra (vedi Ulteriore professionista, Ulteriori soggetti e Importi frazionati) che permette di indicare/modificare i dati del nuovo professionista o soggetto o frazione.

Salvataggio/Ripristino dati
Se nelle opzioni è stato specificato di gestire i documenti, è possibile, selezionando la relativa opzione, includere nel salvataggio anche quest'ultimi. Questo però può aumentare sensibilmente il file di backup e comunque, se questo viene spedito al supporto tecnico per assistenza, i documenti non sono necessari per il controllo dei dati.
Quando si effettua un ripristino dati, il programma controlla se nel file indicato sono compresi i documenti ed eventualmente appare un messaggio che chiede se si desidera ripristinare anche quelli.

Soggetti
In presenza di persone fisiche ora appare la casella "politicamente esposto", da vistare se quella persona o i suoi familiari diretti o coloro, con i quali tale persona intrattiene stretti legami, occupano o hanno occupato importanti cariche pubbliche.
Anche per i soggetti può essere presente il "Pulsante Documenti" (vedi sopra).
Se, sempre nelle opzioni, si gestisce il codice soggetto, appare anche quel campo dove si può assegnare una codifica al soggetto.

Strumenti
È stata aggiunta la voce Opzioni, che permette di dare alcune impostazioni al programma (gestione documenti, numerazione prestazioni, codice soggetto) e di specificare i dati del destinatario delle segnalazioni. A tale proposito si consiglia ai professionisti rientranti nel Decreto 141 di interessarsi presso il loro ordine per avere la conferma se le eventuali segnalazioni devono essere spedite a loro o all'UIF (Unione di Informazione Finanziaria); per quanto riguarda invece i soggetti rientranti nel Decreto 143, per ora sembra che debbano spedirle all'organo suddetto. In caso di spedizione all'UIF si consiglia comunque di controllare l'indirizzo corretto nel sito http://uif.bancaditalia.it/.


\SABE SOFT \Antiriciclaggio \Modifiche \Modifiche

info@sabesoft.it

(C)SABE SOFT, 2004-2019