Gestac - Modifiche v6

Modifiche versione 6.0.0.216 (30/09/2013)
Fatture
IVA 22%
Con l'aggiornamento è stata creata la nuova causale
IVA 22%. E' stata impostata come aliquota proposta sia nei modelli fattura che nei tipi di fatturazione, sostituendo la precedente causale
IVA 21%.
Si precisa quanto segue:

  • In caso di incasso di avvisi emessi con IVA al 21%, avvenuti dopo l'entrata in vigore della nuova aliquota, si può procedere in uno dei seguenti modi:
    • Se non ci sono fatture emesse con data successiva, si può emettere la fattura con data 30.09.2013 o anteriore anche se l'incasso è avvenuto solo dopo tale data; questo però è applicabile se l'IVA del mese o trimestre non è ancora stata versata. In Gestac si deve evitare di premere il tasto "Aggiorna somme" sulla fattura. Sottolineamo che è assolutamente lecito emettere fatture prima dell'incasso, vietato è solo la operazione inversa.
    • Aprire l'avviso di parcella vecchio, entrare nella scheda "Somme", controllare che il cliente abbia pagato il saldo dell'avviso e premere il tasto "Aggiorna somme" (pulsante con il cerchio verde). In questo modo il dovuto aumenta circa dell' 1%. Premere il tasto "Cambia importo totale" a destra dell'ultima riga e immettere quanto ha versato il cliente. Tornare sulla scheda Dati Generali, tramutare l'avviso in fattura, indicando data e numero, e segnare la data di riscossione. Stampare la fattura. Procedendo in questo modo si concede al cliente uno sconto di circa 1%.
    • Aprire l'avviso di parcella vecchio, entrare nella scheda "Somme", controllare che il cliente abbia pagato il saldo dell'avviso e premere il tasto "Aggiorna somme". In questo modo il dovuto aumenta circa dell' 1%. Tornare sulla scheda Dati generali, tramutare l'avviso in fattura, indicando data e numero, segnare la data di riscossione e, nella scheda "Riscossione", segnare l'importo effettivamente incassato. Stampare la fattura e, inviandola al cliente, chiedere che versi la differenza. Al ricevimento di quest'ultima, sempre nella scheda "Riscossione" della fattura emessa, si segna data e importo di questo secondo incasso.
  • Con questo aggiornamento vengono emessi in futuro automaticamente gli avvisi con IVA al 22%
  • Per evitare sia di fare uno sconto dell' 1% al cliente che dover chiedere in un secondo momento la parte residuale dovuta, si può procedere sin da subito ad un nuovo invio degli avvisi ai vari clienti. Per questo ci si posiziona sull'avviso del cliente, si sostituisce la data avviso con la data odierna, poi si preme il tasto "Aggiorna somme" per inviare puoi nuovamente il documento. Cogliamo l'occasione per ricordare che Gestac permette l'invio delle parcelle direttamente dal programma via e-mail (senza bisogno di stamparle e acquisirle via scanner), operazione economica, rapida e soprattutto ecologica.
     

Modifiche versione 6.0.0.210 (30/05/2013)


Studi di settore
Studi di settore 2012
Sono state aggiornate le ricerche in merito agli
Studi di settore avvocati Unico 2013 - fatture 2012 e le relative stampe.
Sono stati tolti gli studi in merito all' Area specialistica di attività e perciò anche dalle finestre delle pratiche e dei gruppi prestazioni le relative scelte sono state eliminate. Sono state variate sia le categorie per le tipologie di attività, che quelle della tipologia della clientela. Per questo motivo prima di effettuare il calcolo è necessario controllare il valore proposto per gli studi di settore nelle altre tabelle delle
Autorità, Tipi soggetti e Gruppi prestazioni.
Per effettuare il calcolo si sceglie, come sempre, la voce
Calcolo dati per studi di settore del menu Parcelle. Si ricorda che tale voce è accessibile solo se almeno in una contabilità (Parcelle - Parametri contabilità) è vistata la casella Gestire studi di settore.

 

 

Modifiche versione 6.0.0.207 (05/02/2013)

Causali IVA
Adeguamento alle nuove regole in vigore dal 2013 in merito alla fatturazione
Sono stati importate delle nuova causali IVA
Operazioni art. 7 DPR 633/72, clienti ditta UE - inversione contabile e
Operazioni art. 7 DPR 633/72, clienti non UE - operazione non soggetta. Si consiglia di controllare i tipi fatturazione (menu Parcelle) ed impostarle secondo queste regole:

  • Clienti "ditte" esteri CEE (con identificatore VAT): causale IVA imponibile: "Operazioni art. 7 DPR 633/72, clienti ditta UE - inversione contabile"; calcolare CNP vistato
  • Clienti "ditte" non CEE e clienti "privati" non CEE: causale IVA imponibile: "Operazioni art. 7 DPR 633/72, clienti non UE - operazione non soggetta"; calcolare CNP vistato. Motivazione: secondo l'.art. 7-septies comma 1. c) "le prestazioni di consulenza e assistenza tecnica o legale nonché quella di elaborazione e fornitura dati e simili" sono da considerare come operazioni fuori ambito IVA.
  • Clienti "privati" nazionali e CEE: IVA 21%; calcolare CNP vistato;

 

Modifiche versione 6.0.0.206 (21/01/2013)


Fatture
Controllo sul codice VAT
La Finanziaria 2013 (Legge 24.12.2012, n. 228) ha introdotto l'obbligo di indicare in fattura la partita IVA (ditte) o il codice fiscale. Con l'aggiornamento, per gli utenti italiani, è stata vistata la casella
Negli avvisi e fatture controllare se partita IVA o codice fiscale sono compilati, presente nella scheda
Fatturazione delle
Opzioni.

Con questa opzione impostata, salvando una fattura, il programma avvisa se il cliente è privo di codice fiscale o partita IVA o codice VAT (per clienti esteri residenti in stati CEE).



Messaggi
Apertura allegati
Per evitare la modifica da parte dell'utente degli allegati contenuti all'interno di messaggi, quest'ultimi vengono aperti in sola lettura.


Ricerche e stampe predefinite
Aggiornamento
Sia nelle schede prestazioni che nelle fatture sono stati aggiunti dei nuovi moduli di stampa, che elencano le prestazioni e che sommano gli onorari ed i diritti in un'unica colonna (
Compensi). Nella descrizione delle stampe già esistenti, per distinguerle da quelle nuove, è stato aggiunto " .. con onorari e diritti".

 

Modifiche versione 6.0.0.204 (26/10/2012)


Automazioni
Creazione preventivi per avvocati
Se il programma è impostato per la gestione di uno studio legale o uno studio misto di avvocati e commercialisti (vedi Strumenti - Opzioni generali - Gestione e proposte), con l'aggiornamento vengono importate delle automazioni, che facilitano la gestione del preventivo. L'automazione "Preventivo", lanciabile anche direttamente in fase d'inserimento di una nuova pratica, crea delle schede prestazioni per ogni fase della pratica, inserisce delle prestazioni ed infine, partendo dal modello documento "Preventivo", compila il relativo documento. Vedi anche la relativa documentazione scarcabile separatamente.


Operatori
Creazione nodi nella struttura
Nell'operatore, scheda
Altre opzioni è stata introdotta l'opzione
Collegare nuovi nodi sermpre al nodo principale che ha precedenza sulla relativa opzione impostabile nelle singole classi.


Prestazioni
Proporre segno "da fatturare" di onorari a tempo
Nella finestra
Gruppi prestazioni è stato aggiunto il campo
Proporre segno "da fatturare" di onorari a tempo.

Nella finestra Scheda prestazioni, nella scheda Opzioni è stato introdotto il campo
Proporre segno "da fatturare" di onorari a tempo; questo viene proposto come impostato nel gruppo prestazioni scelto.
Impostando il campo su "come da base" le prestazioni di onorari a tempo imposteranno, come finora, il campo
da fatturare come riportato nella prestazione base.
Impostando il campo su "Si" o "No" per le prestazioni di onorari a tempo verrà impostato il campo
da fatturare ignorando l'impostazione della base.

 

 

Modifiche versione 6.0.0.200+201 (21/09/2012)

Tariffa avvocati
Prestazioni base
In base al decreto 140 del 20 luglio 2012 sono state create nuove prestazioni base, una per ciascuna fase, distinguendo tra civile e penale. Gli articoli delle prestazioni base iniziano con "tar2012".
 

Documenti
Nota spese giudiziale
La procedura per la compilazione della
nota spese giudiziale prevede ora un'opzione, che permette di sommare i diritti e gli onorari in una sola colonna, che poi viene chiamata "Competenze".

Precetto
Per adeguare la compilazione del precetto al decreto 140 del 20 luglio 2012 sono state aggiunte delle nuove opzioni al dialogo:
Esporre le prestazioni in unica riga
Vistando questa opzione, tutte le righe prestazioni vengono sommate in un'unica riga denominata "Compenso e spese per attività successiva a decreto ingiuntivo fino alla notifica del presente atto di precetto"
Elencare separatamente le spese anticipate
Questa opzione permette di elencare separatamente le spese escluse.

Se invece, per i compensi, si compila solo il campo Onorario liquidato e si lascia vuoto il campo Diritti liquidati, durante la compilazione le parole "onorari e diritti" vengono sostituite con "compensi".
Si ricorda anche che vistando la casella
Salvare le opzioni, al prossimo richiamo del precetto vengono riproposte le varie opzioni così come impostate in quel momento.


Prestazioni
Sommare le prestazioni di un blocco
Nelle prestazioni base è stata aggiunta la possibilità di sommare tutte le prestazioni che compongono il blocco in una sola riga prestazione, che prende, come descrizione, quella del blocco (vedere campo
Sommare il blocco nella finestra
Prestazione base).
Comunque non è possibile effettuare stime o ricalcoli su prestazioni create in questo modo. Per abbinare più blocchi di questo tipo si consiglia di creare delle relative automazioni, aggiungendo più azioni di tipo "prestazione", che richiamano i blocchi di prestazioni da inserire.
 

 

Modifiche versione 6.0.0.199 (28/08/2012)


Fatture
Nuovi campi
Nella pagina
Dati generali sono state aggiunte le caselle
Inviato al cliente,
Incasso difficile ed il campo Inizio procedura recupero credito. È importante eventualmente vistare le caselle o, in caso di inizio di una procedura di recupero credito, compilare la relativa data, in quanto in base a questi dati possono essere richiamate ricerche che effettuano varie statistiche (vedi sotto).


Ricerche
Ricerche e stampe predefinite
Sono state aggiunte le ricerche:

  • Nuove pratiche inserite per anno e mese
  • Fatture/Avvisi di un periodo
  • Fatture riscosse in un periodo


Esse permettono di avere situazioni divise per mesi ed anche raffronti tra i vari anni.
Alla ricerca Avvisi e fatture non riscosse
sono state aggiunte varie stampe che riepilogano i dati anche in base alle caselle ed al campo aggiunti nella fattura.

 

 

Modifiche versione 6.0.0.196 (20/07/2012)


Operazioni antiriciclaggio
Salvataggio in archivio antiriciclaggio
Nella finestra delle
operazioni antiriciclaggio ora si può selezionare l'archivio antiriciclaggio nel quale trasferire i dati. Questo risulta utile quando lo stesso professionista viene gestito in più di un archivio antiriciclaggio (per esempio se si tiene un archivio separato per gli incarichi degli organi di società).


Pratiche archiviate
Autorizzazioni di modifica
Nella pagina
Pratiche delle
opzioni generali è stato introdotto un nuovo campo
L'autorizzazione "Autorizzato a modificare le pratiche archiviata" si riferisce a pratiche archiviate fino alla data per indicare la data dalla quale ha effetto la relativa autorizzazione qualora impostata. Lasciando il campo su "non impostato" l'autorizzazione ha effetto su tutte le pratiche archiviate.
 

 

Modifiche versione 6.0.0.195(04/06/2012)

Documenti
Nuove variabili
Per la collezione Soggetto sono state aggiunte alcune variabili relative all'operatore responsabile:

  • Operatore responsabile data nascita
  • Operatore responsabile codice fiscale
  • Operatore responsabile partita IVA
  • Operatore responsabile comune di nascita
  • Operatore responsabile nome studio
  • Operatore responsabile PEC

 

Modifiche versione 6.0.0.193


Fatture
Spesometro 2011
Nella ricerca Fatture di un periodo sono state aggiunte le colonne
Imp. lordo acc., che riporta l'imponibile IVA al lordo di eventuali acconti, e
Tipo documento, che riporta se quel documento è una fattura di acconto, una fattura normale o una nota di accredito. Queste due nuove colonne possono essere utili ai fini dello spesometro 2011 e quindi della soglia di 3.000 euro.


Operatori
Assicurazione
Nella pagina Indirizzo è stato previsto un nuovo campo per indicare i dati della propria
assicurazione. Questo dato può essere inserito nei documenti (modelli) tramite delle relative nuove variabili aggiunte alla collezione delle
Pratiche.

Campi per E-Mail
I campi degli indirizzi di posta elettronica sono stati portati a 100 caratteri.
 

 

Modifiche versione 6.0.0.189

Automazioni
Eliminazione azioni
Per le automazioni salvate nella struttura gerarchica è stato aggiunto il pulsante Elimina azione.
Questo permette di eliminare una o più azioni dall'automazione. Questo può risultare utile in fase di avvio di un'automazione che comprende una o più azioni che in particolari circostanze non devono essere eseguite.


Prestazioni
Contributo unificato
Il calcolo del contributo unificato è stato adeguato alle nuove normative introdotte con legge 183 del 12 novembre 2011 e in vigore dal 1° gennaio 2012.


Studi di settore
Studi di settore 2011
Sono state importate le ricerche e relative stampe per gli studi di settore 2011 per studi legali, sempre in base ai modelli previsti per il 2010.

 

Modifiche versione 6.0.0.186

Stato presenze
Controllo presenze su Terminal Server
E' stato sistemato un problema relativo al controllo dello stato presenze, che in un ambiente di Terminal Server poteva visualizzare informazioni sbagliate. Ricordiamo che la gestione stato presenze può essere attivata da Strumenti - Opzioni generali.

 

Modifiche versione 6.0.0.185

Messaggi
Controllo validità indirizzi
Inviando un messaggio o una circolare ora viene controllato che gli indirizzi scelti siano corretti dal punto di vista formale.
Nel caso di errori (p.e. @ mancante, spazi, simboli non validi) questi indirizzi verranno deselezionati dall'elenco.

 

Modifiche versione 6.0.0.182


Causali IVA
Validità delle causali
Nella finestra delle causali IVA sono stati introdotti i campi Valido dal e
fino al dove è possibile indicare il periodo di validità delle causali IVA.
Con l'aggiornamento le causali IVA con aliquota IVA al 20% sono state impostate con validità fino al 16/09/2011, mentre quelle al 21% con data decorrenza 17/09/2011.
In fase di fatturazione è stata aggiunto il controllo sulla validità delle causali IVA per evitare che l'utente emetta fatture con causali IVA non più in vigore nel momento della fatturazione.


Fatture
IVA 21%
Con l'aggiornamento è stata creata la nuova causale IVA 21%. E' stata impostata come aliquota proposta sia nei modelli fattura che nei tipi di fatturazione, sostituendo la precedente causale
IVA 20%.
Si precisa quanto segue:

  • In caso di incasso di avvisi emessi con IVA al 20%, avvenuti dopo l'entrata in vigore della nuova aliquota, si può procedere in uno dei seguenti modi:
    • Se non ci sono fatture emesse con data successiva, si può emettere la fattura con data 16.09.2011 o anteriore anche se l'incasso è avvenuto solo dopo il 17.09.2011; questo però è applicabile se l'IVA del mese o trimestre non è ancora stata versata. In Gestac si deve evitare di premere il tasto "Aggiorna somme" sulla fattura. Sottolineamo che è assolutamente lecito emettere fatture prima dell'incasso, vietato è solo la operazione inversa.
    • Aprire l'avviso di parcella vecchio, entrare nella scheda "Somme", controllare che il cliente abbia pagato il saldo dell'avviso e premere il tasto "Aggiorna somme" (pulsante con il cerchio verde). In questo modo il dovuto aumenta circa dell' 1%. Premere il tasto "Cambia importo totale" a destra dell'ultima riga e immettere quanto ha versato il cliente. Tornare sulla scheda Dati Generali, tramutare l'avviso in fattura, indicando data e numero, e segnare la data di riscossione. Stampare la fattura. Procedendo in questo modo si concede al cliente uno sconto di circa 1%.
    • Aprire l'avviso di parcella vecchio, entrare nella scheda "Somme", controllare che il cliente abbia pagato il saldo dell'avviso e premere il tasto "Aggiorna somme". In questo modo il dovuto aumenta circa dell' 1%. Tornare sulla scheda Dati generali, tramutare l'avviso in fattura, indicando data e numero, segnare la data di riscossione e, nella scheda "Riscossione", segnare l'importo effettivamente incassato. Stampare la fattura e, inviandola al cliente, chiedere che versi la differenza. Al ricevimento di quest'ultima, sempre nella scheda "Riscossione" della fattura emessa, si segna data e importo di questo secondo incasso.
  • Con questo aggiornamento vengono emessi in futuro automaticamente gli avvisi con IVA al 21%
  • Per evitare sia di fare uno sconto dell' 1% al cliente che dover chiedere in un secondo momento la parte residuale dovuta, si può procedere sin da subito ad un nuovo invio degli avvisi ai vari clienti. Per questo ci si posiziona sull'avviso del cliente, si sostituisce la data avviso con la data odierna, poi si preme il tasto "Aggiorna somme" per inviare puoi nuovamente il documento. Cogliamo l'occasione per ricordare che Gestac permette l'invio delle parcelle direttamente dal programma via e-mail (senza bisogno di stamparle e acquisirle via scanner), operazione economica, rapida e soprattutto ecologica.

 

Modifiche versione 6.0.0.179


Operatori
PEC e FAX
Nella finestra Operatori (Altre tabelle - Operatori - Operatori), pagina
Indirizzi sono stati aggiunti dei nuovi campi per indicare l'indirizzo del PEC e il Fax.
Tra le variabili utili per l'elaborazione testi per la collezione delle
Pratiche sono state aggiunte Operatore responsabile PEC, Operatore responsabile Fax, Operatore firma PEC e Operatore firma Fax.
Per gli studi legali si evidenzia che l'indicazione dei campi PEC e Fax risulta obbligatoria per l'atto introduttivo.


Prestazioni
Contributo unificato
Il calcolo del contributo unificato è stato adeguato alle nuove normative introdotte con D.L. 6 luglio 2011 n. 98.

 

 

Modifiche versione 6.0.0.177


Stampe
Ritenute
Nella stampa predefinita della ritenuta d'acconto è stato aggiunto l'anno di pagamento del compenso.


Studi di settore
Quadro Z - Dati complementari
Nella stampa degli studi di settore sono stati aggiunti i calcoli per determinare i dati complementari richiesti dal nuovo Quadro Z. Per poter reperire i dati del rigo Z14 - Conciliazione è stata aggiunta la nuova autorità Conciliazione - mediazione e con essa la nuova tipologia di attività proposta per il calcolo degli studi settore D20a - Conciliazione, che ai fini dei righi D06-D20 è da sommare nel rigo D20. Quindi è necessario indicare questa nuova tipologia di attività nel rispettivo campo della pratiche interessate oppure aprire le rispettive fatture per modificare i dati degli studi di settore. Se si modificano le pratiche, senza riportare manualmente i dati nella fattura, bisogna effettuare nuovamente il
Calcolo dati degli studi di settore del menu Parcelle.


Telefonia e timers
Registrazione audio
Previa corretta impostazione delle opzioni della Registrazione vocale in
Strumenti - Opzioni del posto di lavoro - Telefonia e disponendo degli attrezzi adeguati come microfono (parlando in viva voce) o cavo audio che collega telefono e scheda audio, ora il programma permette la registrazione vocale delle telefonate o anche di riunioni. Per registrare le telefonate è necessario avere la finestra della telefonata a video (vedi sempre la suddetta pagina per le impostazioni della telefonia), mentre per registrare una riunione è sufficiente avviare un timer (menu Prestazioni o direttamente inserendo un nuovo timer in una scheda prestazione). Per avviare poi la registrazione vocale si preme il pulsante con il punto rosso Rec. Fermando il timer o la telefonata (quando termina la chiamata), viene fermata anche la registrazione vocale. Creando poi dalla finestra un evento (per chi gestisce gli eventi) o una prestazione, tramite il relativo pulsante di Riproduzione vocale
della barra strumenti è possibile ascoltare la registrazione anche successivamente.

 

 

Modifiche versione 6.0.0.173


Gestac Manager
Messaggi
E' possibile che alcuni messaggi trascinati in Gestac andando nella scheda Anteprima il mittente compaia errato.
Si prega di lanciare Gestac Manager come amministratore (login con Admin) ed andare sulla voce Database/Documenti e lanciare la procedura Impostare dati dei messaggi di posta.
Se la procedura è già stata lanciata in precedenza è consigliato vistare la casella includere messaggi con data documento per eseguire l'operazione anche sui messaggi già elaborati.
E' sufficiente effettuare l'operazione una volta soltanto.

 

Modifiche versione 6.0.0.171


Documenti
Conversione PDF
Ora convertendo un documento in PDF vengono inclusi (stampati) anche i commenti, seguendo lo stesso comportamento predefinito di Word stampando un documento che contiene commenti.

Invio documenti tramite e-mail
Il testo da includere nei messaggi e-mail generati per l'invio di documenti ora viene creato con lo stesso editor utilizzato anche per i modelli messaggi. In questo modo è possibile creare anche messaggi in formato html e non solo rtf. Per ulteriori informazioni vedi Strumenti - Invio documenti tramite email.

Variabili
Ora in tutte le collezioni delle variabili esiste una classe virtuale !Attuale che in fase della compilazione del contenuto prende i dati dell'oggetto dal quale si è partito nelle struttura gerarchica. Se non si è partito da un oggetto del tipo corrispondente alla collezione allora il comportamento è quello della classe virtuale
!Scelta.

Esempio: se spesso si lavora con sottopratiche all'interno di pratiche o di soggetti allora un modello messaggio o modello documento potrebbe contenere delle variabili tipo {PR[!Attuale].Parte} e
{PR[!Principale].Numero}. In questo caso creando un nuovo documento partendo dal nodo della sottopratica le variabili verranno compilate col nome della parte con il dato preso dalla sottopratica selezionata e il numero invece con quello della pratica principale.

A riguardo si ricorda che l'interfaccia GestacWord prevede la funzione
Cambio classe di variabili
. Per sfruttare questa funzione si apre prima il modello, quindi si fa clic con il mouse destro sull'icona dell'interfaccia GestacWord in basso a destra e si sceglie la voce relativa. Questo per i modelli messaggi non esiste, ma in essi è sufficiente sostituire !Principale con !Attuale.


Ricerche
Ricerche predefinite
Sono state aggiunte le ricerche:

  • Studi settore avvocati unico 2012 - fatture 2011 dove mancano dati
  • Studi settore avvocati unico 2011 - fatture 2010

La stampa Fatture di un periodo della ricerca predefinita Fatture di un periodo ora in fondo contiene un riepilogo più dettagliato che riporta anche il CNP, la ritenuta ed eventuali importi INPS.

 

Modifiche versione 6.0.0.168

Agenda
Elenco titolari
Premendo il tasto dei tre puntini del campo Titolare su una voce agenda collegata ad uno o più titolari, viene aperta  una finestra che elenca i titolari ai quali la voce agenda è collegata, con la  possibilità di aggiungere, eliminare o aprire i titolari della voce  agenda.
Questo funziona sia direttamente dall'agenda che anche dalla  proprietà di una singola voce agenda.
Vedi anche finestra Titolari.


Documenti
Conversione PDF di documenti Word
Ora  convertendo un documento in PDF vengono inclusi (stampati) anche i commenti,  utilizzando cosí lo stesso comportamento della stampa predefinita effettuata da  Word.


Messaggi
Classe per circolari
Facendo una circolare  tramite la multiselezione attivata su una ricerca dei soggetti, durante il  salvataggio del messaggio inviato sarà  possibile cambiare la classe proposta per  il salvataggio dei messaggi attraverso il pulsante Classe.


Operatori
Lingua preferita nelle scelte
Nella scheda Altre opzioni è stato aggiunto il campo Lingua preferita nelle  scelte.
Se viene impostata una lingua diversa da quella presente  in Strumenti - Opzioni generali - Gestione e proposte allora nelle  scelte, se esiste, viene visualizzata la descrizione nella lingua  impostata.
Attualmente questa funzione è stata introdotta nella scelta della  prestazione base. Questo può risultare utile qualora un singolo  collaboratore/-trice dello studio preferisce avere le scelte in una lingua  diversa da quella nativamente impostata nelle prestazioni base.


Soggetti
Controllo  partita IVA
E’ stato aggiunto il pulsante Verifica  dati sul sistema elettronico di scambio dati sull'IVA che permette di  accedere al sito dell'Agenzia delle Entrate e verificare la registrazione della  partiva IVA (ovvero del codice identificativo per l'IVA intracomunitaria) del  soggetto attraverso il Sistema elettronico di scambio dati sull'IVA.


Struttura gerarchica
Ordinamento nodi cartella
Ora è possibile  definire per ogni classe l'ordinamento dei sottonodi di tipo cartella.
Nella  finestra Classi è stato introdotto un gruppo Ordinamento cartelle  contenute.
In questo gruppo è possibile indicare il criterio di  ordinamento secondo il testo del nodo o la data modifica della nota; si può  inoltre decidere se dare comunque precedenza all'ordine della classe utilizzata  nella cartella e quindi mantenere assieme classi uguali. L'utilità di questa  funzione è quella di avere un comportamento verosimile all'ordinamento che si ha  nel filesystem del sistema operativo qualora una cartella (classe) contiene più  sottocartelle. Quindi è possibile impostare un ordinamento diverso per gli  oggetti (tipicamente i files) e per le sottocartelle.

Trascinamento di file o cartelle
Adesso è possibile trascinare una cartella dal filesystem (Explorer, Computer)  all'interno della struttura gerarchica. In questo modo viene creato un sottonodo  di tipo cartella con il nome della cartella trascinata e riportati come  sottonodi tutti i file o le cartelle contenuti nella cartella trascinata.
E’  inoltre possibile trascinare direttamente un file contenuto in un archivio  compresso (file con estensioni .zip, .rar ...) direttamente nella struttura  gerarchica senza dover necessariamente procedere ad una estrazione del o dei  files per poi spostarli nella struttura di destinazione.

Modifiche versione 6.0.0.161


Documenti
Azione da lanciare
Certi tipi di documenti prevedono più tipi di apertura, ad esempio le presentazioni Powerpoint prevedono Mostra,
Modifica o Apri, dove quello primario è Mostra. Questo comporta che, creando o avviando una presentazione Powerpoint, questa viene "mostrata" in anteprima e non per la modifica, anche se creata da modello. Ora per poter modificare questi tipi di "documento", il pulsante "Apri documento" della finestra proprietà è stato arricchito con una freccia contenente le azioni applicabili al tipo documento caricato nelle proprietà.

Ugualmente, nella definizione dei modelli documenti il pulsante per aprire/elaborare il modello è stato spostato nella barra strumenti superiore e arricchito della freccia per la scelta dell'azione da avviare.

Nuove variabili
Tra le variabili disponibili per i documenti, nella collezione Scheda prestazioni è stato aggiunto il campo della data di blocco scheda
Bloccato fino a data.
Per la collezione
Soggetto sono sate aggiunte alcune variabili relative all'identificazione:

  • Modalità identificazione
  • Note
  • Identificato il
  • Identificato da
  • Attività lavorativa
  • Tipo documento
  • Documento numero
  • Documento rilasciato il
  • Documento rilasciato da
  • Documento valido fino
  • Persona fisica

Protezione tramite password
Nele proprietà del documento, a destra del pulsante Password, è stata aggiunta la casella
Password protegge solo dalla cancellazione, che indica che la password applicata al documento viene richiesta solamente quando si tenta la cancellazione di esso. Quindi proprietà, anteprima, modifiche, conversione in OLE e via di seguito non sono protetti da password.
Inoltre per comodità il pulsante
Password viene visualizzato in rosso qualora il documento risulti protetto da password.


Fatture
Elenco clienti e fornitori
Visto che nuovamente è stato introdotto l'obbligo per la compilazione degli elenchi clienti e fornitori, salvando una fattura il programma controlla se è compilata la partita IVA e in mancanza il codice fiscale. Se mancano entrambi i dati il programma visualizza un relativo messaggio. Per clienti esteri privi di codice fiscale si devono controllare i dati del domicilio fiscale e i dati di nascita, se si tratta di persone fisiche. Se si desidera saltare questo controllo è sufficiente aprire le Opzioni generali dal menu
Strumenti, andare sulla scheda
Fatturazione e levare il visto dalla casella Negli avvisi e fatture controllare se partita IVA o codice fiscale sono compilati.
 

 

Modifiche versione 6.0.0.157

Generale
Cerca testo libero
La procedura per la preparazione dei dati utilizzati per la cerca testo libero è stata integrata direttamente nel programma.
Gli utenti che avevano già configurato in precedenza il programma per sfruttare questa funzionalità dovranno disinstallare il servizio ed impostare le opzioni nella scheda Cerca testo libero della finestra Opzioni. Per ora l'attivazione di questa funzionalità è a discrezione dell'utente. Una volta attivata, per indicizzare i dati pregressi si consiglia di lanciare manualmente la procedura Preparazione dati per cerca testo libero dal menu strumenti.
Attenzione: solo la versione Professional supporta la funzionalità di Cerca testo libero.



Interessi

Nuova stampa
E' stata aggiunta la stampa Interessi (formato colonne), che riporta gli importi dei calcoli incolonnati.


Prestazioni
Nuova tariffa per dottori commercialisti e esperti contabili
Con l'aggiornamento vengono aggiornate le prestazioni base in merito alla tariffa per dottori commercialisti e esperti contabili, come previsto dal decreto del 2 settembre 2010, n. 169. Se la tariffa installata non contiene le prestazioni della tariffa dei commercialisti, allora non vengono sistemate e/o importate le nuove prestazioni base (quindi, ad esempio, una banca dati utilizzata da studi legali non verrà modificata).
Se sono state apportate delle personalizzazioni alla propria tariffa, i dati aggiunti o modificati devono essere adeguati manualmente, prendendo spunto dalle prestazioni base predefinite o seguendo quanto sotto:

Art. 19
I parametri validi per le opzioni sono "1a.1", "1a.2", "1b", "1c", "1d"
È stata aggiunta una nuova prestazione base "Deposito presso lo studio di libri, documenti e simili'" con articolo "Art. 19e"

Art. 26
L'opzione "Id" è stata variata in "Ie", "Ic" in "Id" e "Ib" in "Ic"
Sono state aggiunte le prestazioni base:

  • "Comunicazione anche al cliente via posta, telefax, e-mail" con "Art. 26-Ib"
  • "Depositi, pubblicazioni, iscrizioni di atti o documenti presso .." con articolo "Art. 26-IIe"
  • "Assistenza al cliente per adempimenti concernenti la firma digitale" con articolo "Art. 26-IIf"
  • "Riproduzione di atti per la trasmissione telematica" con articolo "Art. 26-IIg"


Art. 33
È stata aggiunta una nuova prestazione base "Rendiconti periodici con rielaborazione dati aziendali'" con articolo "Art. 33-4"

Art. 47
L'art. 47 è stato cambiato radicalmente, in parte semplificando la richiesta delle basi di calcolo e in parte aggiungendo delle voci non presenti nella vecchia tariffa, come ad esempio la "Trasmissione telematica". Le opzioni valide per il calcolo sono "/OnorarioSpecifico:x /OnorarioGraduale:y", dove x deve avere un valore tra A e H mentre y un valore tra 1 e 5, vedi le tabelle 2 e 3 della nuova tariffa (5 sta per "non calcolare l'onorario graduale").
Si consiglia di fare massima attenzione alle opzioni delle prestazioni base in merito all'articolo 47. È stata aggiunta una nuova prestazione base "Trasmissione telematica di'" con articolo "Art. 47-tras".

Art. 55
È stata aggiunta una nuova prestazione base "Consulenza aziendale" con articolo "Art. 55".


In generale
Per tutte le altre voci sono state adeguate le opzioni e le tabelle sottostanti. In ogni caso si consiglia di effettuare un ricalcolo manuale quando una voce base viene utilizzata la prima volta.

A questo punto si ricorda anche che, se ci si trova nella pagina dei collegamenti, per avere un aiuto sulle opzioni è sufficiente fare clic sul simbolo del ? nell' angolo superiore destro e quando il cursore cambia aspetto cliccare nuovamente sul campo delle opzioni, o alternativamente posizionarsi nel campo delle opzioni e premere F1.


Risorse
Una copia della nuova tariffa può essere scaricata da Tariffario dei commercialisti.


Ricerche e stampe predefinite
Documenti
Per la ricerca predefinita Documenti ora si può indicare l'intervallo, per il quale considerare i documenti da elencare. Le date da inserire si riferiscono alla data dell'ultima modifica del documento. Inoltre, tra le stampe, è stata aggiunta una Statistica per classe e periodo, che visualizza un elenco con un conteggio raggruppato per classe, anno e, all'interno di quest'ultimo, viene considerato anche il mese.
 

Modifiche versione 6.0.0.151

Agenda
In vista settimanale mettere descrizione davanti al titolare
Nella finestra Opzioni è stato aggiunto il campo In vista settimanale mettere descrizione davanti al titolare.
Questo campo permette di visualizzare nella vista Settimanale/Mensile la descrizione prima del titolare.



Soggetti
Stato civile
E' stato aggiunto il campo Stato civile; il campo non è obbligatorio ed è visibile solamente per i soggetti di tipo persona fisica.
Per riportare il contenuto del campo nei documenti è stata aggiunta la variabile Stato civile nella collezione Soggetto.
Col l'aggiornamento sono stati importati alcuni stati civili con relativa traduzione in tedesco; è comunque possibile modificare questi dati entrando nel menu Altre tabelle/Soggetti/Stati civili.


 

 

Modifiche versione 6.0.0.141
Gestac Manager
Campi personalizzati di tipo selezione
Ora si possono definire campi personalizzati, scegliendo, come tipo di input, "Lista voci" e "Lista da Query". Specificando uno di questi tipi, nel campo personalizzato si può poi selezionare il valore da una lista.


Prestazioni
Contributo unificato
Il calcolo del contributo unificato è stato adeguato alle nuove normative introdotte dalla manovra finanziaria di luglio 2010.


Ricerche e stampe predefinite
Note di soggetti e pratiche
È stata aggiunta una nuova ricerca predefinita che elenca le note inserite nelle finestre di proprietà di soggetti e pratiche. La ricerca è richiamabile dal gruppo ricerche Varie.

Modifiche versione 6.0.0.140
Fatture
Intrastat
Nel menu parcelle è stata aggiunta la voce Esportare dati Intrastat.
Attraverso questa funzione si può creare un file Excel (XLS) da importare nel programma IntraWeb o da inviare al proprio commercialista. Sul computer deve essere installato Microsoft Excel per poter creare il file.
Nella scheda Intrastat delle fatture è stato aggiunto il tipo di registrazione, per permettere eventuali rettifiche su fatture già inserite in precedenti dichiarazioni Intrastat.
Per le note d'accredito riferite a fatture che precedentemente erano state comprese in una dichiarazione Intrastat, non ancora esportate è necessario effettuare un controllo ed un eventuale ricalcolo tramite l'apposito pulsante.
Si ricorda che, secondo gli ultimi chiarimenti, per le note d'accredito emesse quali rettifica parziale va indicato come importo quello della fattura al netto di quello della nota d'accredito.

 

Modifiche versione 6.0.0.135
Interessi
Traduzione
E' stato introdotto il campo lingua. Creando un nuovo calcolo interessi viene proposta la lingua della pratica o del soggetto di partenza.
Cambiando la lingua vengono adeguati i testi delle righe nella griglia "Elenco dei risultati".
Questo è utile per i clienti che devono inviare stampe degli interessi tradotte ai clienti.
Con l'aggiornamento sono già state fornite le traduzioni in tedesco e le stampe predefinite per i calcoli interessi che permettono anche una stampa in tedesco.
Eventuali stampe personalizzate dovranno essere adeguate manualmente.
N.B.: i testi delle causali (per il capitale, spese cliente, nostre spese e altri movimenti) vengono riportati nella stampa come sono stati inseriti, quindi devono essere inseriti nella lingua con la quale si vuole stampare il calcolo.

 

Modifiche versione 6.0.0.131
Studi di settore
Sono stati importati i nuovi codici per gli studi di settore 2010; nelle pratiche sono stati aggiunti dei campi per scegliere l'area specialistica e la tipologia di attività; vengono proposti i dati specificati nell'autorità e nel tipo indicati nella pratica.
Le aree specialistiche sono state ridotte accumulando gli ex codici D11, D12, D13,  D14, D16, D17 e D18 nel nuovo codice D22, gli ex codici D19 e D20 invece nel codice D23. La altre aree sono rimaste le stesse cambiando solamente il codice. Più complessa invece è l'assegnazione della tipologia di attività ed ambito specialistico di intervento: gli ex codici D05-Giudiziale di merito e D06-Giurisdizioni superiori sono stati suddivisi in D06, D07, D08 e D09 per gli organi giuisdizionali di merito e in D10, D11 e D12 per gli organi giurisdizionali superiori (vedi sito agenzia delle entrate), mentre certe voci,  che erano state aggiunte con delle modifiche rispetto agli studi settore 2006 (per esempio,  Z06, Z07), ora sono state integrate nella parte delle aree specialistiche.
Quindi sarà indispensabile controllare tutte le autorità per assegnare quindi la "tipologia di attività proposta per studi settore" corretta. Infine bisogna passare le pratiche "speciali" che potrebbero rientrare nei nuovi codici non determinabili dall'autorità (come ad esempio "D17- Partecipazioni a consigli di amministrazione, collegi sindacali, incarichi in organismi di categoria" oppure "D18-Attività di semplice domciliazione") per impostare la tipologia di attività rispettiva.
Infine si deve lanciare nuovamente il calcolo dati per gli studi di settore (menu Parcelle) per ciascuna contabilità gestita.
 

Modifiche versione 6.0.0.127
Ricerche
Trova
Digitando nel campo Trova e premendo il tasto "invio" i dati verranno filtrati controllando il contenuto solo dei campi visibili nella griglia.


Soggetti
IBAN
Nella scheda Banche, di seguito al campo IBAN, sono stati introdotti i pulsanti:
Copia IBAN senza spazi: utile per riportare l'IBAN in documenti o pagine web dove è richiesto senza spazi di formattazione,
Copia IBAN: per copia i dati dell'IBAN formattato con gli spazi (come si vede nel campo),
Incolla IBAN: per incollare il dato IBAN fornito con un'altra formattazione (es. se IBAN da copiare è senza spazi o suddiviso in blocchi non ufficiali), il dato verrà inserito automaticamente formattato con gli spazi



 

Modifiche versione 6.0.0.125

Automazioni
Voci agenda
Per le voci agenda è stato aggiunto il campo fermarsi nel wizard agenda.
Questo permette di aprire il dialogo per la nuova voce agenda anche se tutti i campi necessari o obbligatori sono stati compilati automaticamente dall'automazione.
Utile nel caso sia necessario controllare o modificare i dati proposti nella voce agenda, personalizzando ad esempio la descrizione.


Fatture
Anteprima di stampa
È possibile impostare il modello di stampa per visualizzare in anteprima lo stesso modulo più volte.
Questo può essere utile se si procede alla stampa direttamente dall'anteprima e se alcuni moduli devono essere stampati in più copie.
Se l'utente non vuole avere in anteprima lo stesso modulo ripetuto più volte deve togliere il visto dalla casella Anteprima del relativo modulo nel modello stampa fattura.

Causali IVA
E' stato aggiunto il campo Note.
Oltre a poter inserire una descrizione aggiuntiva è anche possibile tradurre questo campo premendo l'apposito pulsante alla destra. L'utilità è di poter fornire una descrizione più precisa nell'ambito della stampa delle fatture.

Dati per dichiarazione Intrastat
Fatturando ad un cliente con Prefisso IVA compilato e diverso da "IT", comparirà la scheda Intrastat.
In questa scheda sarà possibile indicare gli importi imponibili e il loro relativo codice Intrastat.
Entrando verranno create automaticamente le righe proponendo gli importi e i codici Intrastat se indicati nel gruppo prestazioni delle schede prestazioni fatturate.
I codici Intrastat sono consultabili e modificabili dal menù Parcelle\Codici servizi per Intrastat, in automatico sono stati importati alcuni dei codici dei servizi Intrastat più utili per le categorie di professionisti che utilizzano il programma.


Operatori
IBAN
Nella scheda Indirizzi è stato aggiunto il campo
IBAN.
Il campo IBAN è stato formattato in gruppi di 4 lettere/cifre secondo gli standard internazionali.
Nella collezione Pratiche sono state aggiunte le variabili Operatore firma IBAN e
Operatore responsabile IBAN.


Pratiche
Operatore delle note
Nella scheda Note è stato aggiunto il campo
Operatore che riporta l'operatore che ha inserito la nota.


Prestazioni
Codici servizi per Intrastat
Nella finestra Gruppi prestazioni è stato aggiunto il campo
Codice Intrastat.
Questa informazione è utile per i clienti che fatturano a ditte estere Intracomunitarie e devono compilare la dichiarazione Intrastat.
In fase di fatturazione ad un cliente estero di queste appartenenti a questo gruppo, verrà proposto l'evento codice Intrastat indicato.


Ricerche e stampe predefinite
Aggiornamento
Sono state aggiornate le stampe predefinite relative alla pratica:

  • Con dettagli
  • Con dettagli e dati della struttura gerarchica
  • Con dettagli e informazioni sui soggetti
  • Con dettagli e scadenze
  • Con note

Sono state aggiornate le stampe predefinite relative al soggetto:

  • Con dettagli e collegamenti a pratiche
  • Con note


Sono state aggiornate le stampe predefinite relative alla fattura:

  • Fattura standard
  • Ritenuta


Sono state aggiornate le ricerche:

  • Fatture Intrastat di un periodo
  • Telefonate di un periodo



Soggetti
IBAN
Nella scheda Banche il campo
IBAN è stato formattato in gruppi di 4 lettere/cifre secondo gli standard internazionali.

Operatore delle note
Nella scheda Note è stato aggiunto il campo
Operatore che riporta l'operatore che ha inserito la nota.

Tipo comunicazione
Nella finestra Tipi di comunicazione è stato aggiunto il campo
Descr. proposta.
Questa verrà proposta come descrizione scegliendo quel tipo di comunicazione nella scheda
Tel/Fax/Mail dei soggetti.

 

 

Modifiche versione 6.0.0.113


Documenti
Variabili
Sono state aggiunte le seguenti variabili alla collezione Pratica:

  • Operatori responsabili con codice fiscale
    di tutti gli operatori della pratica con il visto "Responsabile" impostato vengono tornati il nome o il nome aggiuntivo a secondo della lingua del modello e, qualora compilato, il codice fiscale tra parentesi dietro. Visto l'obbligo di dover indicare in tutti gli atti il codice fiscale dell'avvocato questa variabile può risultare utile qualora più avvocati dello studio possiedono la delega
  • Operatori firma con codice fiscale
    come sopra ma degli operatori con il visto su "Firma"
  • Operatori firma
    come sopra ma senza indicazione del codice fiscale, variabile utile per la compilazione della delega
  • Operatori responsabili
    come sopra
  • Comune sezione o autorità
    qualora indicato viene tornato il nome del comune della sezione della pratica e se vuoto, il nome del comune della'autorità
     

 

Modifiche versione 6.0.0.108


Agenda
Ottimizzazione caricamento voci agenda
È stata velocizzata l'apertura e il caricamento delle voci agenda.
Questo si dovrebbe notare maggiormente in reti lente ed in archivi con un elevato numero di voci nello stesso giorno.
Inoltre i titolari delle voci agenda vengono sempre visualizzati nella griglia (l'opzione se vederli o meno è stata rimossa).

Voci di più incaricati
Ora è possibile scegliere di visualizzare le voci di più incaricati e/o gruppi di operatori.
Le scelte vengono salvate e riproposte al prossimo utilizzo dell'agenda e possono differire per ogni pagina visualizzata (giorno, appuntamenti, scadenze, lavori, settimana, mese).
Vedi Filtro su operatori.


Documenti
Anteprima di documenti PDF
Nella proprietà dei documenti è stata introdotta una nuova anteprima per i documenti PDF.
Con questa nuova anteprima, oltre ad avere una visualizzazione migliore, è possibile ruotare il documento (utile spesso per i fax), cercare del testo all'interno del documento e adeguare la grandezza della visualizzazione secondo le proprie esigenze.

Nota spese giudiziale e Precetto
Nei dialoghi in merito alla redazione della Nota spese giudiziale e del
Precetto ora esiste un'opzione di poter salvare le opzioni impostate per averle proposte al prossimo utilizzo. Vengono salvate a livello rete nel senso che tutti gli utenti all'interno della stessa rete locale utilizzano gli stessi parametri. È comunque possibile variare le opzioni per l'attuale nota spese o precetto senza necessariamente doverle salvare.
Inoltre, modificando manualmente i file di configurazione WordPrecetto.ini e WordNotaSpese.ini (cartella MacrosEuro della cartella principale di Gestac - vedi Informazioni su..) è possibile definire la larghezza delle colonne della tabella contenente i dati delle prestazioni. È sufficiente inserire una sessione come dall'esempio qui sotto:
[Colonne]
LarghezzaData=2,25
LarghezzaDescrizione=7
LarghezzaImporti=2
Per il precetto la riga con la data non serve, visto che non c'è una rispettiva colonna.


Fatture
Controllo per cliente estero CEE
Emettendo una fattura a un membro CEE il programma controlla e avvisa se il cliente non ha indicato il prefisso o la partita IVA, inquanto obbligatorio per la dichiarazione delle fatture intracomunitarie.

Prefisso IVA nella stampa fatture
Per semplificare la stampa di fatture intracomunitarie il campo Prefisso IVA è stato integrato nel campo della partita IVA.
Pertanto se nella stampa è inserito il campo della partita IVA verrà automaticamente stampato anche il prefisso IVA, ove presente.
Si prega di verificare che nella stampa della fattura non sia presente un campo separato con il prefisso IVA, che in questo caso verrebbe ripetuto.


Generale
Ricerca libera
È stato introdotto il pulsante Cerca testo libero, che permette di effettuare una ricerca avanzata di una parola o una frase contenuta negli oggetti inseriti nell'archivio (per esempio il nome di una via o di un contatto telefonico) e nei documenti (al momento vengono supportate le estensioni .doc, .docx, .html, .htm, .mht, .mgs, .rtf, .pdf, .txt, .xls, .xlsx).
Per attivare questa funzione è necessario installare il programma che elabora i testi, scegliendo la voce del menu Strumenti/Configurazione "Cerca testo libero".
Vedi
Concetti / Cerca testo libero.
Per una corretta installazione dell'applicazione si rimanda alle istruzioni nel
manuale tecnico
.


Modelli documenti
Intestazioni
Nella finestra Intestazioni documenti è stato aggiunto il campo
Esegui Macro, che permette di eseguire una macro specifica per l'intestazione utilizzata. Con ogni nuovo documento creato con un modello, che utilizza un'intestazione con macro abbinata, alla fine della preparazione del documento viene lanciata la macro indicata. La macro deve essere una macro dell'applicazione e non di Word. L'utilità è quella di eseguire certe operazioni (per esempio la sostituzione di un font con un altro) nel documento.

Portare i modelli all'attuale versione di Word

Entrando nel programma con l'operatore Admin nel menu della multiselezione è disponibile la voce Portare modelli .doc all’attuale versione di Word.
Questo può risultare utile se i modelli sono stati creati con una versione di Word precedente a quella attuale, e quindi aprendoli risultano in modalità di compatibilità. Ovviamente tutti i PC della propria rete devono utilizzare la stessa versione di Microsoft Word.


Operatori
Nuovi campi Indirizzi
Nella scheda Indirizzi sono stati aggiunti i campi
Codice fiscale, Partita iva, Data e luogo di nascita e nome studio.
Questi possono essere utilizzati nei modelli documenti utilizzando le relative variabili importate con l'aggiornamento.


Ricerche
Raggruppamento e colonne fisse
Sono stati aggiunti i campi Raggruppamento e
Colonne fisse.
Nella definizione delle ricerche il campo Raggruppamento è stato impostato su selezionato, eccetto per quelle che aprono la struttura gerarchica di un soggetto. Questo comporta che se la prima colonna della ricerca è anche la colonna primaria di ordinamento, valori uguali non vengono ripetuti, formando cosi una specie di raggruppamento su tale dato.
Per colonne fisse invece si intendono delle colonne bloccate alla sinistra della griglia dei dati della ricerca. Se anche ci si sposta nella griglia verso destra, per visualizzare colonne che in quel momento non si vedono, le prime colonne (dipende dal numero indicato come colonne fisse) si vedono sempre e non vengono nascoste. Per valutare il comportamento delle colonne fisse si consiglia di vedere le ricerche predefinite Biblioteca o
Fatture di un periodo.

Ricerche predefinite
È stata aggiunta la ricerca Fatture INTRA di un periodo, utile per riportare i dati nel programma per la dichiarazione INTRA periodica o per consegnarli al proprio commercialista.


Stampe
Stampe predefinite
Sono state aggiornate le stampe Elenco con riassunto per il cliente e
Elenco con riassunto per la controparte.
Inoltre sono state aggiornate le stampa relative alla ricerca
Fatture di un periodo.


Struttura gerarchica
Cerca testo libero
Anche nella struttura gerarchica è possibile utilizzare la funzione Cerca testo libero tramite il relativo pulsante della barra strumenti standard.
A differenza della ricerca eseguita dalla finestra principale, in questo caso il testo viene ricercatao solo nei nodi della struttura gerarchica interessata.
Questo può risultare utile in caso di strutture di pratiche o soggetti che contengono un numero elevato di oggetti al loro interno, dove quindi trovare uno specifico oggetto risulta talvolta difficile e spesso si impiega parecchio tempo per scrollare l'intera struttura.

 


\SABE SOFT \Gestac \Aggiornamenti \Modifiche60

info@sabesoft.it

(C)SABE SOFT, 2004-2019